Cosa vedere a Tenerife: guida semplice

Stai cercando informazioni su cosa vedere a Tenerife e non sai da dove partire? Con la mia guida ti spiego tutto, così sarai pronto per la tua prossima vacanza nell’isola delle Canarie.

Cosa vedere a Tenerife: guida semplice

Tenerife è la più grande isola dell’arcipelago delle Canarie. Sotto giurisdizione spagnola, ma vicinissima alla costa Ovest del Marocco, con il suo clima mite tutto l’anno è la meta ideale per sfuggire all’inverno europeo senza dover affrontare lunghi voli e senza aver bisogno di documenti speciali, ti servirà, infatti, solo la tua carta d’identità.

La lingua ufficiale ovviamente è lo spagnolo, ma nelle zone turistiche quasi tutti parlano anche l’inglese. Perché non provare ad imparare un po’ di spagnolo prima di partire? Questo libro ha delle ottime recensioni.

Una visita a Tenerife non deluderà nessuno. E’ un luogo ideale per gli sportivi in cerca di giuste temperature e buone infrastrutture per allenarsi, piccolo paradiso per chi pratica surf o kitesurf o per chi voglia approcciarsi per la prima volta, giovani in cerca di divertimento, viaggiatori dallo spirito avventuriero, o chiunque sia in cerca di un po’ di relax.
Parecchie persone dopo aver scoperto per la prima volta l’isola decidono di trasferirsi a vivere qui.

Se anche tu hai deciso di concederti una vacanza in questa terra e stai cercando informazioni, questa semplice guida su cosa fare e cosa vedere a Tenerife ti chiarirà le idee.

Puoi anche saltare al paragrafo che ti interessa con il seguente menù:

Voli

A Tenerife ci sono ben due aeroporti, Tenerife Nord e Tenerife Sud. Entrambi sono raggiunti dalle principali compagnie aeree low cost. I voli partono un po’ da tutti i principali aeroporti italiani. I prezzi sono molto variabili, ma generalmente è difficile trovarne di particolarmente vantaggiosi. Ti consiglio di controllare i prezzi dei voli da più aeroporti e non solo da quello più vicino a casa tua, potresti risparmiare parecchi soldi; usa volagratis per agevolarti nella ricerca.
La durata dei voli si attesta sulle 3 ore e mezza circa dall’Italia.

Quando andare

Se ti stai chiedendo qual è il periodo migliore per andare, devi sapere che a Tenerife il clima è gradevole tutto l’anno, quindi qualunque periodo sarebbe ideale per un soggiorno.
Sebbene la maggioranza la scelga come destinazione estiva, la particolarità dell’inverno mite suggerirebbe una visita durante questa stagione per sfuggire al freddo inverno europeo e sfruttare i prezzi più bassi, quando sull’isola sono presenti meno turisti.

Dovendo scegliere un periodo esatto suggerirei il periodo tra febbraio e marzo, quando a Santa Cruz de Tenerife, la capitale, si celebra il folcloristico carnevale.
Una settimana credo sia il soggiorno minimo per fruire al meglio di una vacanza qui.

Se decidi di seguire il mio consiglio e partire in inverno, assicurati di soggiornare nel sud dell’isola e non al nord. Il clima infatti, nel suo piccolo, è variabile e spesso al nord è più facile incontrare pioggia e temperature più basse.

Come muoversi

I servizi di autobus e taxi sono efficienti, ma il modo migliore per muoversi a Tenerife è sicuramente noleggiare un’auto. L’isola è ricca di posti meravigliosi da scoprire e avere un’automobile vi garantirà tutta l’autonomia per poterli raggiungere.

Ai due aeroporti sono presenti tutte le famose compagnie di noleggio auto internazionali, ma, dopo la mia personale esperienza, vi consiglio caldamente di optare per la compagnia cicar.
Cicar è una compagnia di noleggio delle isole Canarie e qui troverete il più delle volte i prezzi più bassi e cosa più importante, non dovrete preoccuparvi dell’assicurazione e delle franchigie, un fattore su cui le maggiori compagnie giocano per aumentare notevolmente il prezzo finale.

Un’ autostrada gratuita a più corsie copre quasi tutto il perimetro dell’isola, con esclusione di un tratto sulla costa settentrionale, tra la città di Puerto de la Cruz e Santiago del Teide.

A Tenerife la guida è molto disciplinata e sarete malvisti se avrete delle mancanze tipiche del guidatore medio italiano: voltare senza mettere la freccia o magari incolonnarsi a una rotatoria nella corsia di sinistra per poi voltare a destra.

Dove dormire

La zona migliore per soggiornare è il sud dell’isola per i motivi su citati. Qui i maggiori centri sono Los Cristianos e Playa de las Americas, dove il forte e rapido sviluppo turistico ha fatto nascere parecchi hotel, villaggi e residence che si vendono a caro prezzo.
Avendo un’automobile a disposizione, però, non avremo la necessità di soggiornare in una di queste centrali ma anonime strutture. Se non vogliamo allontanarci dal mare, potremo spostarci lungo la costa, a nord verso Adeje o La Caleta, o a sud verso Las Galletas, optando per zone più residenziali e meno turistiche.
Più ci spostiamo e più avremo opportunità di trovare un appartamento a buon prezzo, magari prenotandolo su Airbnb (clicca qui per ricevere 35€ di sconto sul tuo primo soggiorno).

Io ho avuto un piacevolissimo soggiorno a El Fraile, un quartiere multietnico ad una decina di minuti di macchina da Los Cristianos, trovando un economicissimo appartamento su milanuncios.com (il subito.it spagnolo). Questa località si dice però che sia la più malfamata di Tenerife e quindi nonostante la mia piacevole esperienza, magari, evito di consigliarla a chi sta leggendo.

Cosa mangiare

Sull’isola potrete gustare ottimi piatti sia di pesce fresco che di carne, grigliati o sotto forma di zuppe. Spesso questi piatti, sono accompagnati da papas arrugadas, delle patate locali cucinate con tutta la buccia.

Il gofio, una farina ottenuta dalla macinazione di diversi cereali tostati è l’alimento più consumato dai locali ed è impiegato per ricette dolci e salate.

Il particolare clima agevola la produzione di banane, che qui hanno un sapore più dolce. Magari potrete organizzare una gita ad un bananeto per raccoglierla direttamente dalla pianta.

Se siete amanti del buon vino, non rimarrete delusi. Infatti nell’entroterra di Tenerife sono presenti tantissimi vitigni dove si producono pregiati vini rossi, rosati e bianchi.

PS: ti piacerebbe viaggiare in bicicletta? Leggi la mia guida semi-seria

Cosa vedere

Ed eccoci al capitolo riguardante cosa vedere a Tenerife.
Potrai organizzare gite di un giorno tornando sempre alla base di partenza la sera.
Vediamo cosa non perdere a Tenerife:

Città

Santa Cruz de Tenerife

Il centro più importante di Tenerife si trova a nord dell’isola e conta più di 200.000 abitanti. Santa Cruz de Tenerife è una città moderna e cosmopolita ed è uno dei migliori posti al mondo dove vivere. Numerosi i punti d’interesse da scoprire con una piacevole passeggiata, come l’auditorium di Santiago Calatrava, esempio di architettura contemporanea, il castello nero risalente al 1600, la piazza più grande delle Canarie, plaza de Espana, il parco municipale Garcia Sanabria, il museo di natura e archeologia MUNA, o il mercato Nuestra senora de Africa.


Da visitare certamente durante il Carnevale di Tenerife, uno dei più importanti al mondo, quando per un mese, di solito tra gennaio e febbraio, nelle strade cittadine si respira un clima di festa ed allegria, tra parate di maschere colorate, musica di ogni genere, fiumi di birra e carne alla brace.

San Cristobal de la laguna

Vicinissima a Santa Cruz e situata nell’entroterra, troviamo San Cristobal de la Laguna, patrimonio unesco per il suo centro storico ricco di stupendi edifici storici. Città viva grazie anche alla presenza di una importante università e a numerosi negozietti, pub e ristoranti. Una visita è d’obbligo per una piacevole passeggiata.

puerto de la cruz

Puerto de la Cruz è la città più importante sulla costa settentrionale dell’isola. Qui l’attrattiva principale è certamente il lago Martianez, un complesso di piscine artificiali all’aperto, riempite con l’acqua dell’ oceano antistante grazie ad un sofisticato sistema di pompe. E’ possibile trascorrere una giornata di relax in questo piccolo paradiso pagando una esigua fee d’ingresso.

Lago Martianez, Puerto de la Cruz

Non lontano dalla città e raggiungibile con un apposito trenino c’è il Loro parque, un enorme zoo in cui sono presenti tantissimi animali come pinguini, delfini, orche, gorilla, tigri, leoni e soprattutto tantissime specie di pappagalli.

costa adeje

E’ la parte costiera della città di Adeje, siamo nel sud dell’isola. Elegante località nota per le spiagge sabbiose di playa Fanabe e playa del Duque. Il Siam park, uno dei parchi divertimento acquatici più grandi d’Europa, si trova qui.

playa de las americas e los cristianos

Costruite negli anni 60 per il boom turistico, Playa de las Americas e Los Cristianos oggi sono i centri più vivaci dell’isola. Indipendenti tra loro ma di fatto una è la prosecuzione dell’altra.
Le città non dormono mai; se di giorno turisti di ogni età affollano le spiagge e le strade circostanti, la sera sono perlopiù i giovani ad animare i tanti club, discoteche e ristorantini glamour che si trovano soprattutto nella zona di Las Veronicas a Playa de las Americas.

Spiagge

Trattandosi di un isola, a Tenerife si presentano infinite spiagge da poter esplorare. Che tu preferisca la nera sabbia vulcanica, quella dorata o le scogliere, non rimarrai deluso. Ecco una lista di alcune spiagge, famose e non:

Las teresitas

“The famous Playa de las Teresitas” by vil.sandi is licensed under CC BY-ND 2.0

E’ sicuramente la spiaggia più famosa, quella che si vede in tutti i depliant dell’isola. Ci troviamo a nord, vicino la capitale Santa Cruz. La sabbia dorata della spiaggia di Las Terisitas è stata importata dal vicino deserto del Sahara e fa uno strano effetto osservare il contrasto chiaro – scuro che crea con le montagne vulcaniche alle spalle. Una visita è d’obbligo e se magari troverete qualche gruppetto di ragazzi intenti a giocare a beach volley, chiedete di unirvi per completare l’esperienza.

Playa El Socorro

Siamo sulla costa settentrionale, a sud di Puerto de La Cruz. Playa El Socorro è una spiaggetta di sabbia vulcanica raggiungibile in auto. Il panorama che si osserva dalla strada posta alle spalle è pazzesco. E’ particolarmente amata dai surfisti per la presenza di onde buone.

Playa El Socorro

Playa de los gigantes

Situata sulla costa occidentale nell’omonima località, la spiaggia di Los Gigantes si trova ai piedi di un’altissima scogliera, creando una location mozzafiato. Non potrete resistere ad una nuotata nelle acque cristalline con le montagne alle spalle. Facilmente accessibile e dotata di buoni servizi.

Los Gigantes

playa de masca

“MASCA,TENERIFE” by J a s o n B o l d e r o is licensed under CC BY 2.0

Sempre sulla costa occidentale troviamo una spiaggetta vulcanica rurale raggiungibile solo via mare o a piedi con un percorso di trekking di circa tre ore. Inutile dire che la difficoltà per raggiungerla la rende un paradiso per pochi.

Playa del Duque e playa de Fanabe

Le due spiagge di Costa Adeje sono considerate tra le migliori dell’isola. Sabbia bianca, acque calme e la presenza di ogni servizio, le rendono adatte a tutti, dalla famiglia al bagnante in cerca di adrenalina sportiva.

Playa del Duque

playa de las vistas

La centralissima playa de las vistas è situata tra Playa de Las Americas e Los Cristianos. Grazie alla sua posizione e alla sua ampiezza è una delle più trendy e frequentate.

playa de la tejita

“La Tejita, El Médano” by Josemico is licensed under CC BY-SA 2.0

Sulla costa sud-orientale la forte presenza di vento rende le varie spiagge un habitat naturale per chi pratica kitesurf; playa de la Tejita è una di questa. Sviluppata in lunghezza, con la “montagna rossa” a fare da sfondo, è particolarmente suggestiva al tramonto.

playa de roque bermejo

Per gli amanti dell’avventura, alla punta a nord dell’isola si trovano parecchi arenili difficilmente raggiungibili e poco noti ai turisti. Alcune, come nel caso di playa de Roque Bermejo, situate nei pressi di scenografici villaggi semi-abbandonati. Arrivarci non sarà facile ma un bagno nelle acque incontaminate ne varrà la fatica spesa.

El Teide

Vista dalla cima di El Teide

Strano a pensarsi ma la montagna più alta di Spagna si trova sull’isola di Tenerife. Il vulcano El Teide, infatti, con i suoi 3718 metri svetta tra le cime spagnole e domina l’isola di Tenerife. Parco nazionale e patrimonio unesco, non può mancare nell’ itinerario della tua vacanza a Tenerife.

E’ possibile raggiungere El Teide da ogni parte dell’isola percorrendo, in auto, spettacolari strade che attraversano un paesaggio che muta man mano che si sale. Si arriva quindi al grande parcheggio della teleferica, ai 2356 metri, dove potrete decidere se raggiungere la cima, appunto, salendo comodamente in funivia, o con un impegnativo percorso di trekking.

Scegliete la seconda opzione solo se godete di una buona preparazione atletica e se siete ben attrezzati per fare trekking (cosa ne pensate di queste versatili scarpe?). Il tempo stimato di percorrenza è di circa cinque ore e l’ultimo tratto è abbastanza ripido, quindi non sarà difficile accusare malesseri dovuti alla repentina salita e quindi alla mancanza di ossigeno.

Comunque optare per la seconda opzione, oltre a farvi risparmiare i soldi della teleferica, darà maggior valore alla stupenda vista che potrete ammirare dall’alto.
Ai vostri piedi, la vista si aprirà prima sul “paesaggio lunare” che caratterizza il vulcano e poi sull’ oceano, dove potrete intravedere anche le isole di El Hierro, Gran Canaria, La Palma e La Gomera.
La vetta effettiva del Teide, ovvero il cratere del vulcano, è comunque raggiungibile solo tramite prenotazione a questo sito ufficiale.

Per concludere bene la giornata, al ritorno, lungo la strada, potrete fermarvi ad una delle piccole “finca” nascoste e segnalate solo da piccoli cartelli, dove potrete degustare qualche tapas con un buon bicchiere di vino locale.

El Teide di notte è anche un ottimo luogo per osservare la volta stellata.

Conclusioni

Spero che questa piccola e semplice guida sia stata apprezzata e ti abbia chiarito un po’ le idee su cosa vedere a Tenerife, aiutandoti a programmare il tuo prossimo viaggio.
Sei già stato a Tenerife? Cosa ti ha colpito particolarmente? Raccontamelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...