Esperienze incredibili in viaggio: assistere agli Highland games

Highland games

Al nostro primo incontro, sua maestà la regina d’Inghilterra, devo dire che non mi fece proprio una buona impressione. Se ne stava lì in piedi, impassibile, senza dire una parola. Non mi offrì nemmeno un tè. Mi venne quasi da pensare che fosse un po’ scostumata, ma forse era solo condizionata dal marito Filippo che era dietro di lei.
Comunque me ne andai un po’ risentito. Dico io, che me lo dai a fare appuntamento al Madame Tussauds, se non hai voglia di parlare?
La seconda volta che la vidi, mentre assistevo agli Highland games in Scozia, fu diverso.
Almeno in quell’occasione si degnò di un saluto. Vi spiego come andò.

Come assistere agli Highland games gratis

Lavoravo in un hotel in Scozia e tra i tanti ospiti che passavano da quella struttura c’era anche il gruppo di cadets canadesi che mi portò con loro ad assistere agli Highland games.
I cadets, per quello che riuscii a capire, sono aspiranti ufficiali della marina militare canadese, un’ accademia in pratica.
Erano un folto numero di ragazzini, accompagnati da cinque guide.
Soggiornarono per qualche giorno, non passavano inosservati con le loro uniformi e il loro avanzare, reso rumoroso da quei pesanti anfibi.
Una sera, nel bar dell’ hotel, stavo servendo da bere ai cinque adulti e nel frattempo, come al solito, approfittavo per fare conoscenza ed indagare sulle loro storie. Fu così, che tra un whisky servito nel bicchiere da birra e una birra servita servita nel bicchiere da whisky, Tim mi invitò alla loro prossima gita a Braemar, nell’Aberdeenshire, ad assistere ai tradizionali giochi scozzesi .

Non accettai, il racconto finisce qui.
No dai, so che preferireste, ma non me lo feci ripetere due volte per accettare.

Alla scoperta degli Highland games, i giochi tradizionali scozzesi, in compagnia di un gruppo di canadesi.

Arrivò l’atteso giorno e di buon mattina raggiunsi Tim e il resto del gruppo in una specie di caserma, dove nel frattempo si erano trasferiti dopo aver lasciato l’hotel. Non ricordo in quale paese si trovasse esattamente, ma non era lontanissima dall’albergo. Comunque mi preoccupai di non tardare, come mio solito.
Si andava con un autobus privato. Quello fu uno dei viaggi più strani e ovviamente piacevoli che ricordi. Ero in un pullman pieno di canadesi, in Scozia, senza conoscere in realtà nessuno bene.

Dopo qualche chilometro di highway, arrivammo nelle Highlands percorrendo la Old military road.
Allora fu impossibile distogliere lo sguardo dal finestrino. Immersa in quelle verdi glen (valli scozzesi), la strada che percorrevamo seguiva le curve naturali del terreno, i ponti in pietra permettevano di oltrepassare i ruscelli che scendevano dai pendii circostanti. Il cielo stranamente terso contribuiva a rendere ancor più pittoresco quel panorama.
Thomas Stearns Eliot diceva:

Quello che conta è il percorso del viaggio e non l’arrivo”.

Non è questo il caso, ma quel percorso, da solo, valeva davvero tanto.

Arrivammo così a Braemar, dove aveva luogo una delle più importanti tappe degli Highland games.
L’aria di festa si respirava fin dal parcheggio, con un’invasione di kilt e cornamuse in ogni dove.

Highlands scozzesi

Highland games

Storia

I giochi tipici scozzesi probabilmente affondano le loro radici intorno all’ undicesimo secolo quando il re Malcolm III organizzò una corsa su di una collina per scegliere il suo messaggero.
Manifestazioni sportive nelle Highlands si sono quindi svolte tra il 1300 e il 1700, mentre il 1832 è stato l’anno dei primi Highlands games moderni, così come li conosciamo oggi.
Si svolgono ormai un po’ in tutta la Scozia, in meravigliosi borghi naturali, secondo un calendario che va da Maggio a Settembre, principalmente nei fine settimana.
La tappa di Braemar è la più antica ed importante ed è presidiata ogni anno dalla famiglia reale inglese. Questo è il sito ufficiale della manifestazione.
La popolarità dei giochi che celebrano la cultura scozzese ha fatto si che dalla Scozia si diffondessero in tutto il mondo e persino in Italia, in Trentino Alto Adige, c’è un’edizione.

Discipline

Il tripudio di migliaia di cornamuse e tamburi che suonano all’unisono Scotland the brave marciando sul prato verde a poca distanza da voi, sarà uno degli spettacoli più stupefacenti a cui potrete assistere in vita vostra.
L’allegra melodia di questi strumenti, insieme ai balli tipici faranno da cornice all’intera durata delle competizioni.
Le discipline in cui atleti professionisti e non competeranno, comprendono classiche prove di atletica leggera, dallo sprint, alle lunghe distanze, al salto in lungo, e prove di forza, che sono le più iconiche e comprendono:

  • lancio del tronco
  • lancio del peso sopra l’asticella
  • getto della pietra
  • lancio del martello
  • tiro alla fune

In tutte le gare di forza gli atleti gareggiano in kilt, le famose gonne di tartan, cioè il classico tessuto a quadri da cui sono ricavate.
Spesso il pubblico previa prenotazione può partecipare a qualche prova, per esempio vengono organizzate gare di corsa coi sacchi per i bambini.

Highland games: a lifetime experience

Nemmeno l’improvviso scroscio di pioggia riuscì a rovinare quella fantastica giornata.

Assistere agli Highland games così come lo feci, a scrocco, ospite di quei canadesi, fu un’esperienza unica. Ma non perché era gratis, perché ancora oggi, pensandoci, stento a credere di averla realmente vissuta. La foto di fine giornata con tutti quei ragazzini della marina canadese sul prato del campo di Braemar, la conservo ancora tra i ricordi più preziosi.

Il cielo si aprì con l’arrivo della regina e l’ascolto di God save the Queen. Sua maestà era in ritardo e ciò accrebbe momentaneamente le mie perplessità sulla sua educazione.
Ma quando andò via facendo il giro d’onore a bordo della sua jeep, mi accorsi che mi indirizzò un occhiolino, come a dire: “vedi un po’ dove ti ho fatto arrivare per salutarti”.
E allora come potrei mai serbare rancore verso questa vecchietta?

Se state programmando una gita nella terra di Sant’Andrea dovete assolutamente mettere in conto di assistere ai giochi scozzesi; pazienza se non sarete accompagnati anche voi da un gruppo di canadesi. Potete acquistare i biglietti sul sito web di ogni singola tappa. Qui trovate il calendario. Cliccando sul singolo evento sarete reindirizzati sul relativo sito dove potrete acquistare i biglietti.

Questi giochi sono l’emblema della cultura scozzese, in essi sono racchiusi un po’ tutti gli usi e i costumi di questo popolo e sarà sicuramente il coronamento del vostro viaggio in Scozia.

Allora vi è piaciuta la mia esperienza agli Highland games? Ci siete stati anche voi? Fatemi sapere 🙂





Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...